Cosa dobbiamo sapere per proteggere il nostro smartphone al meglio con una protezione totale

0
35

Iniziamo dicendo che lo scorso anno ben sette milioni di persone sono state vittime di un virus per Android.

Anche se sembra l’iPhone lo smartphone più venduto, in realtà sono i dispositivi Android a vincere sul mercato al momento, attualmente due cellulari su tre utilizzano il sistema operativo targato Google.

Tutta questa popolarità però ha anche un rovescio della medaglia: una maggiore frequenza di attacchi sotto forma di malware Android. Al momento gli esperti di sicurezza hanno censito circa 40.000 virus in circolazione, fino a qualche anno fa erano solo 300 circa. E negli ultimi 12 mesi ben 7 milioni di utenti sono entrati a contatto con il malware studiato per dispositivi mobili.

Quindi l’antivirus deve pertanto far parte della dotazione standard di ogni utente Android.

sicurezza_informatica

Ma quale Antivirus scegliere?

Tempo fa avevamo gia trattato questo argomento  oggi andremo a vedere nuovi software ed approfondire quelli gia visti, per il momento abbiamo preso in considerazione  delle apps che constano da 0€ a un max di 40€, non prendendo in considerazione le apps fasulle (che si fanno notare con l’aggiunta nel nome di parole come Antivirus o DefendeR ma non sono in grado di riconoscere neanche una minaccia), sebbene nel Google Play Store continuino a essercene.

Il nostro consiglio: per quanto riguarda le apps di sicurezza è meglio puntare su produttori conosciuti, già attivi in questo settore con software per pc.

Il malware è solo una parte delle minacce che un’app di sicurezza per Android dev’essere in grado di disinnescare. Il secondo grande compito è la protezione dei dati sul dispositivo quando viene smarrito o si rompe.

I migliori Antivirus sotto questo profilo sono F-Secure, ma anche TrustGo (gratuito). Entrambi sono contraddistinti dal fatto di poter eseguire in aggiunta un cloud scan, confrontando quindi le minacce sconosciute con una banca dati di virus Android messa a disposizione dal produttore. Subito dopo troviamo Bitdefender e Trend Micro.

Tra le applicazioni gratuite troviamo avast! e Sophos Mobile Security che vantano una funzione di pianificazione che consente di effettuare scansioni su base regolare.

Ma avast! per esempio, è in grado di controllare l’intero sistema e le schede di memoria, ma non di verificare una singola cartella.

Un buon antivirus dovrebbe controllare la presenza di minacce anche in SMS e MMS, così come (fatto ancora più importante) nelle pagine web.
F-Secure, McAfee e avast! sono esemplari da questo punto di vista, mentre altri, come Sophos e Ikarus, lasciano a desiderare.

virus_t

L’antivirus rallenta il nostro smartphone?

Per dare una risposta a questa domanda abbiamo preso in considerazione alcuni fattori ad esempio : Quanta CPU viene occupata, e il consumo sulla batteria e altri fattori.

Quale consuma meno CPU?

Abbiamo notato che i migliori sotto questo profilo sono avast! e Sophos, che si accontentano di un utilizzo della Cpu pari
all’1-2%,subito dopo troviamo F-Secure e McAfee, mentre le più esigenti sono Ikarus e Webroot.

Tutte le apps testate offrono quindi servizi di localizzazione, blocco e cancellazione dei dispositivi. In generale due sono le possibili procedure: con avast! o Kaspersky gli utenti sono in grado di effettuare il blocco dello smartphone via Sms, mentre Bitdefender o Webroot mettono a disposizione un’apposita pagina web.

Il vincitore del test F-Secure si nasconde sul dispositivo Android e non può essere disinstallato semplicemente tramite le comuni impostazioni.

Dopo una nostra attenta analisi consigliamo l’uso di una delle applicazioni analizzate e il nostro consiglio è di installare una tra F-Secure (il migliore) oppure avast! scaricandola dallo Store ufficiale (Play Store).

Ecco un piccolo Riepilogo:

F-Secure funzioni principali: cloud scan, controllo di minacce nei SMS e MMS,e nelle pagine web,  Richiede poca CPU
TrustGo  funzioni principali: cloud scan, (gratuito)
Bitdefender
Trend Micro
McAfee funzioni principali: controllo di minacce nei SMS e MMS,e nelle pagine web
Avast! funzioni principali: scansioni pianificate,  Richiede poca CPU,  problema riscontrato: non verificare una singola cartella     (gratuito)
Sophos Mobile Security problema riscontrato: Richiede molta CPU, controllo di minacce nei SMS e MMS,e nelle pagine web
Ikarus problema riscontrato: Richiede molta CPU, controllo di minacce nei SMS e MMS,e nelle pagine web